lunedì 27 Luglio 2020
Concerto

Paolo Fresu

Re-Wanderlust – Paolo Fresu Quintet + Filippo Vignato

PAOLO FRESU: Tromba e Flicorno
TINO TRACANNA: Sax Tenore e Soprano
ROBERTO CIPELLI: Pianoforte e piano elettrico
ATTILIO ZANCHI: Contrabbasso
ETTORE FIORAVANTI: Batteria
Special guest
FILIPPO VIGNATO: trombone

Il 13 maggio del 1996 il Quintetto Italiano si esibisce nel festival internazionale <Jazz à Liège>.

Il repertorio di Wanderlust è composto da vecchie e nuove composizioni del Quintetto, per l’occasione arrangiate per sestetto, che riprendono il mood di album come “Ossi di Seppia” e “Ensalada mistica” pubblicati precedentemente per la Splasc(h) Record.

A questi si aggiungono il brano di Erwin Vann “Children of 10000 Years”, lo standard di Mal Waldron “Soul Eyes”, l’intenso tema cinematografico scritto da William Walton “Touch Her Soft Lips and Part” oltre un omaggio al sassofonista e flautista belga Bobby Jaspar.

Se il disco si apre con l’arrangiamento originale di “Trunca e peltunta” registrato nel 1986 assieme a Dave Liebman è il brano “Wanderlust” (termine inglese di origine tedesca che si riferisce al desiderio di viaggiare o esplorare il mondo) a dare identità al progetto inteso come viaggio possibile nell’anima.

Viaggio che oggi si riprende grazie alla ripubblicazione del disco per la Tǔk Reloaded di Paolo Fresu e che viene portato in tour con il trombonista Filippo Vignato, astro nascente del jazz nazionale in un anno particolarmente importante per l’etichetta di Fresu che compie i dieci anni di vita.


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi